E.F.T. e la frustrazione per le diete

Cosa NON funziona nelle tradizionali diete?

 

Quando decidi di intraprendere una nuova e  sana alimentazione,

sia essa per dimagrire o migliorare il tuo stato di benessere, la prima

cosa che fai o hai sempre fatto è stilare una lista di alimenti da ELIMINARE.

 

Già con questo inizio, il tuo umore cambia sicuramente.

 

Immediatamente scatta il senso di FRUSTRAZIONE, sai che ci sono alimenti

a cui sei legato ( altrimenti non li mangeresti)  però è bene per te liberartene.

 

Ma non è così facile come dirlo…giusto?

 

Qui inizia il conflitto, sai che devi togliere determinati cibi e metti in atto

tutta la tua voglia di cambiare e la tutta la forza di volontà che hai a disposizione,

però non vorresti rinunciare e privarti di questi alimenti e ne sei consapevole.

 

Sei deciso che questa volta ce la farai e ti impegni, al punto di sacrificare delle uscite

con amici, ti trovi a inventare scuse per non presentarti all’aperitivo, eviti di

passare davanti al supermercato per non cedere alle tentazioni, senti il desiderio

di ….(gelato, pizza, caramelle, pane,ecc..) ma lo cacci via con grande sforzo, ma

rimane quel languore che ti ricorda che in quel momento sarebbe bello poter

gustare quel cibo e che ti darebbe molta soddisfazione, ti rilasserebbe, ti gratificherebbe

ecc.. ma tu imperterrito dici di NO.

 

In questo modo il tuo corpo sta ricevendo una punizione e non un’azione di amore

nei confronti di te stesso.

 

Può anche diventare un pensiero ossessivo, più cerchi di scacciarlo e più si ripropone

sempre più forte.

 

Questo ovviamente è solo un esempio di ciò che immagino possa accadere nella tua

mente.

 

Sto scrivendo questo articolo di lunedì, proprio perché  oggi

avrai iniziato la giornata con uno dei propositi esposti sopra e magari, già

nel pomeriggio, qualcosa ti distrae dal continuare in questa retta via.

 

Questo è il primo atteggiamento che non  farà funzionare la tua dieta e di

conseguenza non riuscirai a raggiungere l’obiettivo che ti sei prefisso.

 

Se fino ad oggi hai mangiato di tutto senza porti il problema, non potrai da

domani eliminare e stravolgere totalmente il tuo stile di vita e soprattutto

mantenerlo.

 

Ma ci sono vari presupposti da prendere in considerazione; la tua decisione deriva

da una comprensione e quindi hai deciso che sia meglio per te nutrirti in modo più

semplice e sano o deriva da uno stato di malessere interiore, in cui non ti senti più

bene con te stesso e c’è qualcosa che non ti piace più?

 

Quindi ti stai dirigendo in una nuova direzione o stai scappando da una vecchia

condizione?

 

Ti invito innanzitutto a stilare una lista di alimenti da ELIMINARE e alimenti da

INSERIRE (fai questo esercizio scritto), poi definisci in quanto tempo vuoi

raggiungere questo risultato e procedi a piccoli passi.

 

Puoi per esempio eliminare un alimento e inserirne un altro ogni 10 giorni, in questo

modo il tuo cervello e il tuo corpo assimilano meglio il cambiamento.

 

Utilizza E.F.T. ogni giorno per rilasciare ogni emozione collegata agli alimenti a

cui sei legato , ai blocchi che emergono nella tua mente, alle convinzione che

credi non ti siano utili per affrontare il cambiamento e generare emozioni

positive riguardo alle azioni che devi intraprendere.

 

Se farai questo lavoro sarà facile e naturale per te seguire e mantenere nel tempo

il tuo nuovo stile di vita.

 

La dieta non è niente altro che la somma delle tue abitudini e non è necessario

cambiarle tutte oggi, rischi solo di creare ulteriore stress che ti induce

a mangiare di più e peggio.

 

Ti invito ora a seguire il video per attenuare la frustrazione generata dal

pensiero di intraprendere una sana alimentazione e rilasciarla.

 

Aspetto i tuoi commenti e le tue domande.

 

 

 

 

 

Arianna Arui

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.